Home Servizi U.R.P. Elenco siti tematici CUP INTRAMOENIA (ALPI) Liste di attesa Cerca Ufficio Stampa protocollo@pec.aslroma3.it
Azienda
Direzione
Dipartimenti e Aree
Comitati e Commissioni
Distretti Sanitari
Carta dei Servizi
Dati e Statistiche
Accesso agli atti, accesso civico e accesso civico generalizzato
Adempimenti Legge 136/10
Codice Univoco Ufficio
Comunicati
Comunicazione ai fornitori
Eventi
  Fund Raising  
Foto/Video Gallery
Info Fatturazione Elettronica
Informativa ai creditori DL 35/2013
Modalità di Pagamento
Patrocinio
Privacy
U.R.P.
Utilizzo Sale Riunioni
Legali patrocinio Azienda
Patrocinio legale dipendenti
Formazione
Convegni
Frequenze Volontarie
Inserimenti Lavorativi
Tirocini
Albo Professionale Aziendale
Ordine elettronico - Censimento Codici Destinatari
Punti di consegna ASL Roma 3
Progetto Ordine Elettronico - Attuazione disposizioni MEF 7/12/2018
 
 
Rassegna Stampa
 
Logo Linea Amica
 
LAZIO escape
 
Biblioteca Alessandro Liberati
 
Nasce una mamma

Sicurezza sul lavoro
Unità Operativa

PRESIDIO OSPEDALIERO GIOVAN BATTISTA GRASSI

Pronto Soccorso e Medicina d'Urgenza

Via Giancarlo Passeroni, 28
00122 - ROMA
RIFERIMENTI
Telefono: 0656482005/2282/2458/2391/3115
Fax: 0656482404
EMail: medicina.urgenza@aslroma3.it
PEC:
DIRETTORE

Dott. Giulio Maria Ricciuto


Telefono:

06 56483115

E-Mail:

giuliomaria.ricciuto@aslroma3.it

ATTIVITA'

Accesso, Pre-Triage e Sala di Attesa

 

Si accede al Pronto Soccorso entrando dal cancello principale dell'Ospedale Grassi e percorrendo l'apposita corsia segnalata dalle indicazioni. L'ingresso pedonale per gli utenti deambulanti è separato da quello per le Ambulanze (Camera Calda), utilizzabile anche per i veicoli privati che vanno spostati immediatamente dopo aver affidato il bisognoso di cure al personale del Triage.  A seguito dell'emergenza COVID tutti coloro che accedono nell'area dell'ospedale devono essere sottoposti a rilevazione della temperatura corporea al cancello. Inoltre è stato istituito un doppio percorso di accesso anche pedonale con obbligo di passaggio degli utenti per la tenda di Pre-Triage da dove il personale formato indirizzerà i pazienti verso il percorso "sospetti" o verso quello "non sospetti" sulla base di un questionario e di una breve visita infermieristica, fornendo anche le informazioni sui permessi per eventuale accompagnatore, altrimenti vietato. La Sala di Attesa per i "non sospetti" rispetta le caratteristiche necessarie al distanziamento sociale che si chiede di rispettare insieme alla corretta adozione della mascherina chirurgica fin dall'ingresso in ospedale per ogni paziente e accompagnatore. La Sala di Attesa è anche dotata di Punto Ristoro e monitor/televisore con programmazione a cura della Asl Rm 3 e informazione sugli accessi locali (tempi di attesa e notifica chiamata) con possibilità di verifica di visualizzazione della situazione di tutti i PS del Lazio in tempo reale  

 

Struttura del Pronto Soccorso

 

Il Servizio è costituito da :

1) Zona "triage"

Formata da una zona accoglienza doppia per il doppio accesso, una zona per il posizionamento dei pazienti in attesa di visita medica (max 10 postazioni su poltrona e 4 barelle) e da due sale visita dove personale infermieristico specializzato e opportunamente formato, grazie all'applicazione di protocolli di Triage Modello Lazio, assegna uno dei seguenti codici a seconda della priorità di accesso alla visita medica riscontrata, arrivando in casi selezionati anche all'esecuzione diretta di esami ematici, ECG ed Emogasanalisi:

  • CODICE 1 (ROSSO): accesso immediato in sala emergenza; paziente molto critico con alterazione di almeno uno dei tre parametri vitali (circolo, respiro, coscienza) o con patologia tempo-dipendente
  • CODICE 2 (ARANCIONE): accesso il prima possibile (entro 15'-30' con monitoraggio infermieristico continuo); paziente in potenziale pericolo di vita e cioè con potenziale alterazione di uno dei tre parametri vitali o dolore severo;.
  • CODICE 3 (AZZURRO): condizione stabile con accesso differibile ma comunque entro 60'-120' con rivalutazioni infermieristiche ogni 60': il paziente necessita di prestazione mediche solitamente complesse ma non presenta immediata potenziale compromissione delle funzioni vitali;.
  • CODICE 4 (VERDE): condizione stabile ad accesso differibile entro 120'-180' senza evidente rischio evolutivo che richiede prestazioni solitamente semplici e monospecialistiche
  • CODICE 5 (BIANCO): problema non urgente, o di minima rilevanza clinica, per cui sono teoricamente già previsti percorsi extraospedalieri (medico curante, ambulatori specialistici,ecc.)

Per molti dei pazienti in codice 4 e per tutti quelli in codice 5 un percorso alternativo è fornito dalle postazioni predisposte dalla ASL nei vari distretti (UCP-Nuclei di Cure Primarie-Ambufest) dove l'attesa è sicuramente inferiore a quella di un Pronto Soccorso a parità di competenza richiesta, il cui corretto e responsabile utilizzo da parte dei cittadini riduce il sovraffollamento del PS e soprattutto permette agli operatori del PS di dedicarsi ai casi più gravi.

Inoltre in PS è prevista la possibilità di:

  • Fast track otorinolaringoiatra-oculistico: per alcune tipologie codificate di sintomi di natura oculistica od otorinolaringoiatrica, i pazienti vengono, negli orari previsti (tutti i giorni dalle 8 alle 18, esclusi festivi e salvo modifiche improvvise);
  • Percorso pediatrico facilitato: i pazienti pediatrici codificati con codice minore 3-4-5 vengono accompagnati direttamente in pediatria per visita e trattamento specifico presso ambulatorio al fine attrezzato

2) Sala medica con n. 16 postazioni massime per visita dei codici 3-4-5 e sosta per osservazione e attesa ricovero pazienti stabili a rischio medio (NEWS 4-7);

3) Box chirurgico per visite e procedure minori da parte del chirurgo di PS;

4) Box Ortopedico con "Sala gessi" e medico ortopedico presente h24;

5) Sala Emergenza: 5 postazioni monitorizzate e attrezzate per l'assistenza intensiva dei pazienti critici con Rianimatore su chiamata h24; 2 postazioni supplementari separate dalle altre 5 dedicate ai pazienti del percorso febbre con insufficienza respiratoria in attesa di definizione eziologica;

6) Holding Area: 8 postazioni adiacenti la Sala Medica per attesa ricovero o trasferimento di pazienti stabili (NEWS < 4)

7) Stanza di Isolamento a pressione negativa per pazienti con malattie infettive altamente contagiose in attesa di valutazione, stabilizzazione e trasferimento;

8) Terapia Sub Intensiva: 6 postazioni di stabilizzazione per pazienti da ricoverare con caratteristiche di alta gravità e basso rischio o alto rischio e bassa gravità, immediatamente trasformabile in 4 posti di Terapia Intensiva ove necessario in caso di necessità

9) Stanza "Codice Rosa" con Assistente Sociale per prima assistenza alle donne vittime di violenza e ai minori vittime di maltrattamenti;

10) Sezione di diagnostica per immagini dedicata al Pronto Soccorso;

11) Diverse zone di attesa dotate di bagni dedicati all'utenza e bagno per disabili;

12) Stanza dedicata al percorso per soggetti accompagnati da autorità giudiziaria per incidenti stradali senza carattere di gravità

L'Area di Pronto Soccorso continua nel Reparto adiacente adibito a:

1) 5 stanze di isolamento per valutazione e attesa pazienti percorso febbre senza sintomatologia grave e per eventuale isolamento di pazienti con malattia infettiva da germi multiresistenti

2) 3 stanze doppie (6 postazioni) di OBI (Osservazione Breve Intensiva) per pazienti con patologie codificate e ad alta probabilità di dimissione dopo percorso di massimo 36 ore

3)  3 stanze doppie (6 postazioni) per i ricoveri di Medicina d'Urgenza

 

  Accesso Prestazioni

 

Il Pronto Soccorso è dedicato al trattamento delle urgenze e delle emergenze sanitarie; il cittadino può accedervi direttamente o su richiesta del medico curante, con mezzi propri o attraverso il Servizio 118.

L'infermiere triagista vigila costantemente sui pazienti presenti in sala d'attesa e nella zona del triage, a volte modificando il codice di priorità assegnato all'accettazione in caso di variazione della sintomatologia e dei Parametri Vitali del paziente.

Hanno priorità di accesso, a parità di codice di triage, i pazienti con età estrema (meno di 6 e oltre 90 anni), le vittime di violenza (codice rosa) e i disabili: per i non collaboranti viene subito preparata una postazione riservata in Sala Emergenza.

Dopo ogni visita specialistica eseguita in consulenza esterna al PS o indagine diagnostica, gli utenti devono sempre ritornare in Pronto Soccorso per la dimissione e/o le cure del caso.

All'interno dell'area di PS non è prevista di regola la presenza di familiari o accompagnatori, salvo casi specifici nei quali questo si renda necessario e sempre su autorizzazione del personale sanitario.

Per i pazienti minori è obbligatoria la presenza di un familiare (preferibilmente il genitore) o di un tutore ove sia previsto. Ove il paziente sia incapace con tutore o inabilitato con amministratore di sostegno, si prega di far pervenire al più presto copia della nomina da visionare e allegare alla cartella clinica.

Ogni qualvolta si renda necessario, il medico fornisce (personalmente o attraverso gli altri operatori presenti in servizio) le. informazioni ai parenti autorizzati o agli altri aventi diritto. Si prega di lasciare nominativi e recapiti telefonici degli aventi diritto alle informazioni sullo stato di salute del paziente onde rendere più facili e immediate le comunicazioni necessarie.

Nella struttura è disponibile la carta dei servizi, completa e aggiornata, con le informazioni sulla degenza e sulle prestazioni erogate.

Nei casi ritenuti utili sono disponibili mediatori linguistico-culturali.

Gli operatori autorizzati sono tenuti a fornire al paziente e alle persone da lui autorizzate, informazioni sulle procedure e sugli interventi proposti ritenuti opportuni.

In alcuni casi, qualora non sia possibile eseguire alcuni accertamenti diagnostici, in particolare consulenze specialistiche in fascia oraria notturna o festiva, il cittadino viene invitato a ritornare in Pronto Soccorso (generalmente il giorno successivo) per completare gli accertamenti.

 

 

Accesso pazienti pediatrici

Il paziente pediatrico, dopo l'accettazione e l'attribuzione del codice triage 3-4-5 al Pronto Soccorso, viene accompagnato insieme all’accompagnatore (ove non genitore) nel reparto di Pediatria dove i medici della U.O. Pediatrica, nell'ambito del servizio di guardia attiva 24 ore su 24, lo prenderanno in carico attuando un servizio di Pronto Soccorso funzionale.

Il paziente pediatrico grave con codice di triage 1-2 o con patologie chirurgiche od ortopediche, invece, rimane nel PS adulti per il successivo iter diagnostico-terapeutico.

 

Visite parenti e colloqui in Pronto Soccorso

VISITE

Dovendo garantire le regole di distanziamento sociale e  le prestazioni in urgenza, Il Pronto Soccorso non può assicurare orari né per colloquio né per la visita ai parenti.

In alcuni casi più gravi, previa decisione del team assistenziale medico-infermieristico, è permesso, ad   un solo   parente, di   sostare  vicino  al  paziente  per brevi periodi durante il ricovero in Pronto Soccorso.

 Si raccomanda di procurare nel più breve tempo possibile tutta la documentazione sanitaria, eventualmente in possesso, attinente al ricovero in Pronto Soccorso, specie se a chiederla è il Medico  di Pronto Soccorso.

 

COLLOQUI

Il colloquio tra il Medico del PS e gli accompagnatori avviene esclusivamente con la/e persona/e indicata/e dal paziente al momento dell'accettazione (triage) e, laddove è previsto, con il tutore (paziente interdetto) o con l'amministratore di sostegno (paziente inabile)   e  può  avvenire  in  qualsiasi  momento il  Medico lo ritenga necessario durante il ricovero in PS.

A tal fine dovrà essere riempito un modulo specifico al triage da parte del paziente o dell'accompagnatore qualificato a farlo, e la/e persona/e indicata/e dovra/nno fornire un recapito telefonico sempre disponibile sia di giorno che di notte.

Il paziente formalmente né interdetto né inabile, ma con evidenti problemi di incapacità anche transitoria di intendere e di volere, non può comunque essere messo sotto tutela da nessun parente o conoscente, per cui le decisioni in merito saranno prese dal medico di PS che dovrà cercare la maggior condivisione possibile con parenti e affini presenti. Qualora si verificasse un disaccordo sulle decisioni di salute con persone demandate dal paziente o con tutore o amministratore di sostegno, sarà fatta comunicazione al magistrato di turno che provvederà a dare le direttive più corrette.

Per i pazienti minori, le comunicazioni vanno date ai genitori. Il minore ha diritto alla costante presenza di almeno un genitore in sala, con possibilità, qualora ne fosse in grado, di scegliere di rimanere solo.

Sarà cura del personale Medico che il colloquio con gli accompagnatori rispetti quanto più possibile le garanzie di privacy dei pazienti.

Il colloquio avverrà preferibilmente per via telefonica con chiamata a carico del medico di PS, che lo attiverà ogni volta che varieranno il quadro clinico (peggioramento condizioni, richieste ulteriori anamnestiche necessarie) o l'aspetto organizzativo (ricovero, trasferimento, dimissione)

 

Sicurezza

Gli operatori sono addestrati all'utilizzo, alla gestione delle attrezzature/apparecchiature presenti e ne garantiscono la sicurezza. Gli operatori vengono aggiornati periodicamente su questa tematica.

Informazioni

E' sempre bene avere con sé la tessera TEAM, per facilitare gli operatori nella trascrizione dei dati anagrafici onde evitare eventuali errori.

Per i cittadini stranieri non iscritti al S.S.N. che accedono al Pronto Soccorso, secondo quanto previsto dalla normativa, viene rilasciato presso l'Ufficio Stranieri situato nella Direzione Amministrativa, il tesserino S.T.P. (Straniero Temporaneamente Presente per i cittadini extra comunitari)  o E.N.I. (Europeo Non Iscritto per i cittadini comunitari) valido per 6 mesi su tutto il territorio nazionale.

In ogni buon conto in questo Ospedale viene erogata assistenza sanitaria a chiunque ne abbia necessità e/o urgenza, senza differenze di razza, colore, permesso di soggiorno ed ideologia.

 


in caso di accesso al Pronto Soccorso per infortunio sul lavoro

la certificazione per il datore di lavoro, in caso di infortunio, viene consegnata al paziente all'atto della dimissione; è prevista unicamente per l'infortunio sul lavoro (INAIL) e vale come primo certificato; non si effettuano continuazioni o chiusure di infortunio in quanto di competenza del Medico di Medicina Generale o dello stesso INAIL. E’ in corso adeguamento tecnologico per prossima centralizzazione di invio dei certificati direttamente dall’Ospedale.

 


la cartella di Pronto Soccorso

 

al momento della dimissione viene consegnata al paziente copia della Cartella Clinica di Pronto Soccorso. Qualora il paziente voglia richiedere altra copia o vi sia bisogno di rettifiche di anagrafe o di lato di lesione, può rivolgersi all’Ufficio Cartelle Cliniche (dal Lunedì al Venerdì dalle 9 alle 12 al numero 065648 2163, oppure scrivendo a archiviogbgrassi@gmail.com ) o a quello Rettifiche (Martedì e Giovedì dalle 10 alle 12 situati al piano terra.

 

COME ARRIVARE
Mezzo privatoda Roma nord – Roma centro: Raccordo autostradale Roma-Fiumicino; via Del Mare; via Cristoforo Colombo
Mezzi pubbliciautobus 05 e 015 (direzione Mar Rosso); autobus 014 e 064 (direzione p.zza Antifone) dalla stazione Lido Centro
in Metropolitana superficialeRoma-Lido fermata Stella Polare
parcheggioIl parcheggio dell'Ospedale è riservato ai dipendenti ed alle persone con disabilità muniti di contrassegno. In prossimità dell'Ospedale è presente un parcheggio gratuito (piazza G. Bottero)
ORARI
tutti i giorni compresi i festivi24 ore su 24
UNITA' OPERATIVE
UOS Medicina D'Urgenza e Pronto Soccorso

Servizi ai cittadini
Servizi alle imprese
Ospedali
Modulistica
Vaccinazioni
Amministrazione trasparente
Amministrazione trasparente
Concorsi e avvisi
Fasce 2019
Dedicato a ...
Bambini e Giovani
Donne
Terza età
Disabili
Disagio Psichico
Stranieri
Alzheimer
Partecipazione
Donare Sangue di Cordone Ombelicale
Donare Sangue
Donare Organi
Volontariato
La Voce dei Cittadini
Audit Civico
Area Riservata
Intranet
Statistiche
Medici e Pediatri
   
Zanzara CHIKUNGUNYA
Screening Femminili
Campagna Antinfluenzale Stagionale
Portale della Trasparenza - Trasporto Pazienti Diversamente Abili
Robin Food per la sicurezza alimentare
Guida per l'uso sicuro dei farmaci
 
 
partecipa.gov.it
 
Consultorio Ostia
 
Ser.T Area Litorale
Azienda USL Roma 3
Sede Legale: Via Casal Bernocchi, 73 - 00125 Roma - C.F. - P.IVA 04733491007
I contenuti del sito sono a cura dell'URP.